20 Settembre, 2020
 
 
 

banner sito

 

 

mask1

I migliori epidemiologi del mondo: le mascherine non funzionano!

I sostenitori delle maschere potrebbero avere buone intenzioni, ma trascurano una realtà fondamentale: gli esseri umani alterano spontaneamente il comportamento durante le pandemie.

 

Invece di ordinare alle persone di "mascherarsi" sotto pena di multe o carcere, scienziati e funzionari della sanità pubblica dovrebbero tornare a svolgere il loro ruolo più importante: sviluppare una solida ricerca su cui le persone possono prendere liberamente decisioni informate.

Scritto da John Miltimore tramite The Foundation for Economic Education,

La Danimarca vanta uno dei tassi di mortalità COVID-19 più bassi al mondo. A partire dal 4 agosto, i danesi hanno subito 616 morti per COVID-19,  secondo i  dati della Johns Hopkins University.

Questo è meno  di un terzo del numero di danesi che muoiono di polmonite o influenza  in un dato anno.

Nonostante questo successo, i leader danesi si sono recentemente trovati sulla difensiva. Il motivo è che i danesi non indossano maschere per il viso e le autorità locali per la maggior parte non le consigliano nemmeno.

Ciò ha spinto  Berlingske , il giornale più antico del paese, a lamentarsi del fatto che i danesi si fossero posizionati "alla destra di Trump".

"IL MONDO INTERO INDOSSA MASCHERE PER IL VISO, PERSINO DONALD TRUMP", HA  SOTTOLINEATO BERLINGSKE  .

Ciò apparentemente non si è adattato bene ai funzionari sanitari danesi.

undefined 2x" />

Da sinistra a destra: il professor Henning Bundgaard, Tamara van Ark, Anders Tegnell | Immagine composita di FEE (Rigshospitalet, Wikimedia Commons)

Hanno risposto rilevando che ci sono poche prove conclusive che le maschere facciali siano un modo efficace per limitare la diffusione dei virus respiratori.

TUTTI QUESTI PAESI CHE RACCOMANDANO MASCHERE PER IL VISO NON HANNO PRESO LE LORO DECISIONI SULLA BASE DI NUOVI STUDI " , HA DETTO HENNING BUNDGAARD, CAPO MEDICO DEL RIGSHOSPITALE IN DANIMARCA,  SECONDO  BLOOMBERG NEWS .

La Danimarca non è sola.

Nonostante una falla globale di indossatori di maschere, i  dati mostrano  che l'80-90 percento delle persone in Finlandia e in Olanda afferma di non "mai" indossare maschere quando escono, un netto contrasto con l'80-90 percento delle persone in Spagna e in Italia che dicono che "sempre" indossano maschere quando escono.

I funzionari della sanità pubblica olandese hanno recentemente spiegato perché non raccomandano le maschere.

"DA UN PUNTO DI VISTA MEDICO, NON CI SONO PROVE DI UN EFFETTO MEDICO DI INDOSSARE MASCHERE PER IL VISO, QUINDI ABBIAMO DECISO DI NON IMPORRE UN OBBLIGO NAZIONALE", HA  DETTO IL  MINISTRO DELLE CURE MEDICHE TAMARA VAN ARK.

Altri, facendo eco a dichiarazioni simili al Surgeon General degli Stati Uniti dell'inizio di marzo, hanno affermato che le maschere potrebbero rendere le persone più malate e aggravare la diffusione del virus.

"LE MASCHERE PER IL VISO NEI LUOGHI PUBBLICI NON SONO NECESSARIE, SULLA BASE DI TUTTE LE PROVE ATTUALI", HA  DETTO  COEN BERENDS, PORTAVOCE DELL'ISTITUTO NAZIONALE PER LA SALUTE PUBBLICA E L'AMBIENTE.

"NON VI È ALCUN VANTAGGIO E POTREBBE ESSERCI ANCHE UN IMPATTO NEGATIVO."

In Svezia, dove i decessi per COVID-19 sono  rallentati , i funzionari della sanità pubblica dichiarano di non avere "senso" nel richiedere alle persone di indossare maschere.

"CON I NUMERI CHE DIMINUISCONO MOLTO RAPIDAMENTE IN SVEZIA, NON VEDIAMO ALCUN MOTIVO PER INDOSSARE UNA MASCHERA PER IL VISO IN SVEZIA, NEMMENO SUI MEZZI PUBBLICI", HA  AFFERMATO  ANDERS TEGNELL, IL MASSIMO ESPERTO DI MALATTIE INFETTIVE DELLA SVEZIA.

I migliori immunologi ed epidemiologi del mondo non possono decidere se le maschere sono utili per ridurre la diffusione di COVID-19. In effetti, abbiamo visto organizzazioni come l'Organizzazione mondiale della sanità ...

 

... e il CDC  va avanti e indietro  nelle loro raccomandazioni ...

Per la persona media, è confuso e frustrante. È anche un po 'spaventoso, considerando che abbiamo visto persone denunciate in pubblico per non aver indossato una maschera mentre raccoglievano una borsa della spesa.

 

La verità è che le maschere sono diventate la nuova questione del cuneo, l'ultima fase della guerra culturale. Gli avversari della maschera tendono a vedere chi indossa la maschera come "gatti fragili" o "pecore" che segnalano la virtù che ignorano intenzionalmente la scienza di base. I sostenitori delle maschere, d'altra parte, spesso vedono le persone che si rifiutano di indossare le maschere come Trumpkin egoisti ... che ignorano volontariamente la scienza di base.

Non c'è molta via di mezzo da trovare e non c'è un modo semplice per farla finita. Dobbiamo uscire tutti, quindi in alcuni siamo tenuti a indossare la maschera o no.

E 'chiaro dai dati che, nonostante l'impressione di americani come cowboy egoista ribelli che non indossare una maschera per gli altri protette, gli americani  stanno  indossando maschere di gran lunga più di molte persone nei paesi europei.

I sondaggi mostrano che gli  americani indossano maschere  a livelli record, sebbene permanga un divario politico: il 98% dei Democratici riferisce di indossare maschere in pubblico rispetto al 66% dei Repubblicani e all'85% degli Indipendenti. (Questi numeri, senza dubbio, sono in una certa misura il prodotto dei requisiti di maschere nelle città e negli stati.)

Che si sia a favore della maschera o anti-maschera, il nocciolo della questione è che i rivestimenti per il viso sono diventati politicizzati a un livello malsano , il che non farà che inquinare ulteriormente la scienza.

Il mese scorso, ad esempio, i ricercatori del Center for Infectious Disease Research and Policy del Minnesota hanno risposto alle richieste di rimuovere un articolo che ha rilevato che i requisiti della maschera "non erano basati su dati validi".

La scuola, a suo merito, non ha rimosso l'articolo, ma ha optato invece per  affrontare le obiezioni sollevate dai  critici della loro ricerca.

L'etica della medicina risale a millenni fa. 

Il giuramento di Ippocrate  invoca notoriamente i medici di "primo, non fare del male". (Quelle parole in  realtà non comparivano nel giuramento originale ; si svilupparono come una forma di stenografia.)

Esiste un principio simile nel campo della salute pubblica: il principio di efficacia.

I funzionari della sanità pubblica affermano che l'idea rende chiaro che le organizzazioni di sanità pubblica hanno la responsabilità di non danneggiare le persone che sono loro assegnate a proteggere.

"SE UNA COMUNITÀ È A RISCHIO, IL GOVERNO POTREBBE AVERE IL DOVERE DI RACCOMANDARE INTERVENTI, A CONDIZIONE CHE TALI INTERVENTI NON CAUSINO DANNI O SIANO L'OPZIONE MENO DANNOSA", HANNO  SCRITTO  CLAIRE J. HORWELL PROFESSORE DI GEOHEALTH ALLA DURHAM UNIVERSITY E FIONA MCDONALD , CO-DIRETTORE DELL'AUSTRALIAN CENTRE FOR HEALTH LAW RESEARCH PRESSO LA QUEENSLAND UNIVERSITY OF TECHNOLOGY.

"SE UN'AGENZIA SEGUE IL PRINCIPIO DI EFFICACIA, CONSIGLIERÀ SOLO UN INTERVENTO CHE SA ESSERE EFFICACE".

Il problema con i mandati delle maschere è che i funzionari della sanità pubblica non si limitano a raccomandare una precauzione che può o non può essere efficace.

Stanno usando la forza per sottomettere le persone a un ordine statale che alla fine potrebbe far ammalare individui o intere popolazioni, secondo i leader mondiali della sanità pubblica.

Questa non è solo una violazione del principio di efficacia. È una violazione di una libertà personale fondamentale.

I sostenitori delle maschere potrebbero avere buone intenzioni, ma trascurano una realtà fondamentale: gli esseri umani alterano spontaneamente il comportamento durante le pandemie. Le prove scientifiche mostrano che i luoghi di lavoro e i consumatori americani hanno cambiato i modelli dei loro viaggi  prima che  venissero emessi ordini di blocco.

Come ho  notato in precedenza , questo non dovrebbe sorprendere: gli esseri umani sono mammiferi intelligenti, istintivi e autoconservati che generalmente cercano di evitare comportamenti ad alto rischio. La legge naturale dell'ordine spontaneo mostra che le persone intraprendono naturalmente azioni di autoprotezione analizzando costantemente il rischio.

Invece di ordinare alle persone di "mascherarsi" sotto pena di multe o carcere, scienziati e funzionari della sanità pubblica dovrebbero tornare a svolgere il loro ruolo più importante: sviluppare una solida ricerca su cui le persone possono prendere liberamente decisioni informate.

Consulta le ultime linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità sulle maschere e COVID-19 ...

Fonte

https://trulytimes.com/worlds-top-epidemiologists-masks-dont-work.html


IN EVIDENZA

Image 02 Agosto 2020
L'epopea di Dan Burisch

UFOLOGIA

Canadian ufo1 actual

Il Caso Guardian

PALEOASTRONAUTICA

Great Sphinx Of Giza1

Gli egittologi la Sfinge e il cover-up

Video del giorno